Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

16 settembre/ Slow foot tra natura, musica e poesia

La Slow Foot è una camminata in nome della sostenibilità che ogni anno si svolge lungo i sentieri di Villa Guardia in occasione della fiera L’Isola che c’è. Natura, poesia e musica sono protagoniste di questa iniziativa ricca di spunti di riflessione.

La Slow Foot è guidata da Roberta Briccola, vice sindaca di Villa Guardia, e da Gabriella Bonanomi che ne spiega il senso richiamandosi al concetto di tempo: la camminata è appunto un’occasione per prendersi il tempo necessario a guardarsi intorno e scoprire non solo dove siamo, ma chi siamo.

È vero, questo è un mondo abituato ad andare veloce, ma è bene ogni tanto prendere una pausa e rallentare, magari proprio camminando nei luoghi che ci circondano e che spesso ci risultano sconosciuti. L’idea è infatti anche quella di preservare l’ambiente per il futuro e scoprire i meravigliosi luoghi dimenticati che sorgono ai margini delle nostre città.

Hanno partecipato alla Slow Foot anche alcuni membri del gruppo di cammino di Villa Guardia, che nel corso dell’anno compiono passeggiate in sintonia con questa proposta di riscoperta dell’ambiente.

«Andiamo in giro a camminare», esorta Gabriella Bonomi in Località Pionino, prima sosta della Slow Foot, «perché questo ritmo ci permette di apprezzare il mondo intorno a noi.» In località Pionino ha inizio il sentiero che conduce alle sorgenti del Torrente Lura, luogo simbolo per Villa Guardia e caratterizzato da strutture geomorfologiche tipiche della zona.

Sempre qui Maria Rita, dell’Università Popolare di Como, ispira i camminatori con la lettura di tre splendide poesie: Prendimi per mano cammineremo, del monaco buddista Thich Nhat Hanh; Meraviglia dello star bene e Ricorda, entrambe di Mariangela Gualtieri. Grazie alla sua lettura, nell’aria limpida del sottobosco continua a risuonare una frase emblematica della prima poesia: «camminare è la pace».

Tappa successiva è la Corte Brugo, classica cascina lombarda che vanta l’ultimo ballatoio in legno di Villa Guardia. All’interno della corte il giovanissimo musicista Giulio Rossini è presentato dall’associazione di volontariato Qui le stelle, che si occupa di formazione professionale per ragazze provenienti da Benin, in Africa occidentale. Il pianista quindicenne si esibisce suonando La vita è bella di Nicola Piovani e A river flows in you del compositore coreano Yruma, per finire stupisce i presenti con una sua composizione.

La camminata prosegue in mezzo ai campi per giungere alla Torre Rusca, risalente al XIII secolo, dove un membro dell’associazione I Narratori di Fino Mornasco intrattiene i camminatori con la lettura di Prenditi tempo, poesia di Pablo Neruda e inno alla capacità di apprezzare ciò che la vita ogni giorno è in grado di offrirci.

Ultima tappa è la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano: il connubio tra musica e camminata viene riproposto con un’esibizione della Scuola di Musica e danza di Villa Guardia.

La camminata si è conclusa, ma ha lasciato ai partecipanti il desiderio di prendersi più tempo: quell’unico bene che, come ricorda il filosofo Seneca, solo è nostro e mai può essere chiesto indietro. Tempo per scoprire il mondo intorno a noi, tempo per smettere di correre, tempo per iniziare a camminare e ad aprire gli occhi. Tempo per conoscere se stessi. [Martina Toppi, ecoinformazioni]

Un commento su “16 settembre/ Slow foot tra natura, musica e poesia

  1. ecoinformazioni
    16 settembre 2017

    L’ha ribloggato su zero km news.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 settembre 2017 da in Senza Categoria con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: