Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

All you need is live: per Radio popolare al Carroponte

Nella serata di venerdì 8 settembre si è tenuto al Carroponte, a Sesto San Giovanni, il concerto per Radio popolare All you need is live, con Le luci della centrale elettrica, Diodato, Tommy Kuti e Bombino.
Il ricavato dell’iniziativa, che ha richiamato almeno settecento persone, è stato devoluto alla radio indipendente milanese.

In linea con lo spirito dell’emittente, la line-up del concerto è stata stilata all’insegna della multiculturalità, presentando una grande varietà musicale proposta da artisti provenienti da tutto il mondo e che non hanno mancato di richiamare l’attenzione del pubblico, oltre che sulla protagonista dell’iniziativa, la musica, anche su tematiche di attualità come l’immigrazione, l’accoglienza e la necessità dell’introduzione dello Ius soli.

Ad aprire il concerto, davanti a un pubblico prevedibilmente poco numeroso data l’ora (le 19.30 circa) è stato Diodato, cantante valdostano melodico, autore tra le altre di Mi si scioglie la bocca.
Dalle 20.30 in poi la serata è entrata nel vivo con l’esibizione di Bombino, chitarrista nigerino nato ad Agadez e di etnia tuareg, che ha presentato con una formazione classica chitarra-chitarra ritmica-basso-batteria un repertorio a cavallo tra il jazz e le sonorità della propria terra, di cui è esempio Imuhar. Il cantante ha salutato ripetutamente Milano in italiano, poi in inglese e in francese, spiegando come le sue difficoltà con l’italiano potessero essere facilmente superate dall’uso della musica come mezzo di comunicazione e veicolo per l’instaurazione di legami tra due mondi, quello da cui proviene e quello italiano, che non hanno mai avuto terreno sul quale costruire un qualunque rapporto culturale.
L’importanza dell’integrazione, che in questa fase storica è uno dei nodi principali da sciogliere per la politica occidentale, è stata richiamata molto esplicitamente da Tommy Kuti, rapper bresciano con genitori immigrati, che ha cantato uno dei suoi brani più importanti, Afroitaliano. In questa canzone, Kuti descrive la condizione di molti figli di immigrati che, come lui, si trovano a non essere riconosciuti come totalmente italiani ma a essere tanto legati al suolo italiano, dove sono cresciuti, da non potersi considerare nemmeno totalmente africani. Una situazione di limbo, questa, che ha richiamato la questione dello Ius soli, tema molto caldo dell’attualità parlamentare.
A chiudere il concerto gli ospiti più attesi e più noti, Le luci della centrale elettrica, progetto del ferrarese Vasco Brondi, che proprio nella notte del Carroponte ha concluso il Terra tour, la serie di date iniziata di presentazione del disco Terra, uscito il 3 marzo.
Oltre alle canzoni del nuovo album, tra cui spicca per coerenza col filo rosso “umanitario” della serata il Waltz degli scafisti, il gruppo romagnolo ha suonato brani già noti al pubblico, come Questo scontro tranquillo, Sonic Youth, Cara catastrofe e La Terra, l’Emlia, la Luna.

La scaletta suonata dalle Luci è stata apprezzatissima dal pubblico, che ha cantato quasi ogni pezzo, compresi quelli nuovi, e si è potuto divertire ballando quando sul palco Vasco Brondi e i suoi sono stati raggiunti per un paio di pezzi da Fede Dragogna dei Ministri e, per l’ultimo brano in programma da Bombino stesso.

Un’iniziativa ben riuscita dunque, soprattutto dal punto di vista musicale, con un doveroso messaggio politico sottotraccia e, si spera per Radio popolare, anche un discreto contributo al progetto di informazione libera che l’emittente milanese porta avanti da più di quarant’anni.

[Pietro Caresana, ecoinformazioni; foto di Asja Mosconi]

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 settembre 2017 da in Cultura, musica, Politica con tag , , , , , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: