Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Distrazione selettiva

Sabato pomeriggio. Il lucchetto della bicicletta parcheggiata davanti all’ingresso del supermercato non funziona più: la chiavetta si è spezzata nella serratura. L’unica possibilità di recuperare la bicicletta, saldamente ancorata a un palo, consiste nel tagliare il lucchetto. Non ci sono alternative.

Mentre mi reco sul luogo del (piccolo) disastro, con in mano un tronchese professionale (vecchio ma perfettamente efficiente), penso tra me e me come fare a giustificarmi di fronte a chi noterà quella manovra sospetta… a scanso di equivoci, abbiamo la chiave spezzata, ma mi immagino la penosa spiegazione (nel migliore dei casi, c’è da fare la figura del cucù).

Che sciocco!

Appena (del tutto casualmente) finita una doccia, pettinato, con una camicia pulita, persino stirata (i pantaloni, no, quelli non li ho cambiati), con i miei capelli grigi (un tempo biondi) e gli occhi azzurri, chi volete che si preoccupi se sto commettendo un furto (nessuno può sapere che è a danno di me stesso)?

In mezzo alla gente che affolla l’ingresso del supermercato, con mossa sicura , taglio il lucchetto con il tronchese. E possiamo andarcene, senza disturbo.

La psicologia della percezione insegna che l’attenzione è selettiva: poiché è impossibile notare tutto quanto ci circonda con la stessa precisione, provvediamo a selezionare all’origine i dati da immagazzinare. È un meccanismo funzionale.

Anche la distrazione è selettiva: se la mia pelle fosse stata un po’ più scura, se il mio odore fosse stato un po’ più intenso, se le mie mosse fossero state un po’ più incerte (o guardinghe), qualcuno avrebbe sicuramente notato il mio armeggiare, avrebbe chiamato i tutori dell’ordine e ne sarebbe seguita un’inutile sequela di accuse e giustificazioni…

La distrazione funziona perfettamente a livello sociale. Basta essere dalla parte giusta del mondo.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

Nella foto, lo strumento del misfatto (autentico).

Un commento su “Distrazione selettiva

  1. ecoinformazioni
    3 settembre 2017

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 settembre 2017 da in immigrazione.

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: