Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Viale Masia/ La via e la vita

Il 10 maggio è stata depositata in Comune la petizione sulla pericolosità di viale Masia, sottoscritta da 217 persone, dopo che, in tempi recenti, il tratto di strada è stato teatro di incidenti, con una persona morta e tre ferite gravi.

Nella lettera si ricorda che «il fattore principale di pericolo, di inquinamento chimico e acustico e di lesione dei diritti dei cittadini, dei commercianti e degli utenti, è costituito dall’attuale regolazione del traffico» e che «la soluzione [non è] rinviabile a lavori che l’Amministrazione colloca nel futuro, tra un anno e oltre». In sostanza, sostiene chi ha sottoscritto la petizione, è indispensabile tenere in considerazione «la natura di viale Masia come strada urbana e spazio pubblico» e non come «rettilineo di accelerazione verso la tangenziale». In altro modo non si può tutelare la qualità della vita.

Leggi qui il testo integrale della petizione della lettera di accompagnamento.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 maggio 2017 da in Ambiente, como con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: