Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Il 25 aprile il Bds sarà in piazza

Negli ultimi giorni sulla stampa nazionale si è sviluppata una campagna denigratoria nei confronti di quelle organizzazioni che praticano la forma nonviolenta di lotta del boicottaggio in risposta ai crimini contro i diritti umani commessi dallo Stato di Israele. L’operazione politica in corso vorrebbe escludere alcuni importanti parti del movimento antifascista e per dirtti umani di tutti/ e ovunque dalla manifestazione del 25 aprile che invece deve essere per l’Arci un momento unitario di lotta comune contro ogni razzismo nella memoria dell’orrore nazifascista e dello sterminio di milioni di persone. Nel seguito pubblichiamo integralmente il comunicato e un primo elenco di adesioni.

 «Nel rispetto dei diritti sanciti dalla costituzione, il 25 aprile saremo in piazza. In risposta ai violenti attacchi lanciati da “L’Informale” al Movimento di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (Bds) lo scorso 8 aprile (http://www.linformale.eu/sindaco-sala-il-25-aprile-dica-no-al-bds/), in cui si definisce tale movimento incompatibile con le istanze di libertà, giustizia, pace e solidarietà e si invita il Sindaco di Milano e la sua giunta a impedire, contravvenendo gravemente ai diritti sanciti dalla nostra Costituzione, la sua partecipazione alle celebrazioni della Festa della Liberazione il prossimo 25 aprile, ci appelliamo al diritto di replica per confutare le pesanti mistificazioni riguardo a detto Movimento.

Il Movimento BDS è un movimento globale di cittadini, guidato dalla società civile palestinese, che porta avanti e sostiene campagne nonviolente di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni al fine di far sì che Israele rispetti i diritti umani e la legalità internazionale e per conseguire la libertà, la giustizia e l’uguaglianza del popolo palestinese.

Si basa sul rispetto dei diritti umani e agisce in conformità con il Diritto internazionale e le Risoluzioni adottate dalle Nazioni Unite. Si oppone per principio ad ogni forma di razzismo e discriminazione, compresi l’antisemitismo e l’islamofobia. E’ sostenuto da numerosi ebrei nel mondo, da israeliani, sindacati, chiese e associazioni, oltre a personaggi come l’arcivescovo sudafricano e Premio Nobel Desmond Tutu, premio Pulitzer Alice Walker, Roger Waters dei Pink Floyd, il compositore Brian Eno, tra gli altri. In Italia aderiscono al BDS numerose associazioni tra cui FIOM CGIL, Pax Christi, la Comunità cristiana di base di S.Paolo di Roma, l’Ong Un ponte per… e la Rete Ebrei contro l’occupazione. Amnesty International ritiene gli attivisti del movimento BDS “difensori dei diritti umani”.

Lo scorso 16 marzo un nuovo rapporto diffuso dalla Commissione economica e sociale per l’Asia occidentale delle Nazioni Unite (ESCWA) ha dimostrato oltre ogni dubbio che Israele ha imposto un sistema di apartheid all’intero popolo palestinese e per questo invita i governi nazionali e la società civile internazionale ad appoggiare il BDS, individuandolo come forma di lotta non violenta finalizzata a porre termine al regime di apartheid israeliano.

Come sosteneva Hannah Arendt, sono la superficialità e la mediocrità dell’uomo comune che determinano azioni mostruose. E’ “la banalità del male”, ovvero l’incapacità di pensare, di distinguere tra giusto e sbagliato, che consente all’uomo normale di commettere le più grandi atrocità e, nella voluta confusione mediatica, non si riesce più a distinguere chi è l’oppresso e chi l’oppressore, come avviene in Palestina. Il movimento BDS non ha incertezze al riguardo e invita

tutti i cittadini a documentarsi in proposito, anche visitando la pagina BDS Italia all’indirizzo http://www.bdsitalia.org.

Nel renderci disponibili ad un incontro con l’istituzione comunale di Milano per eventuali, ulteriori chiarimenti, confermiamo la nostra presenza al corteo del 25 aprile e invitiamo la cittadinanza ad un’ampia partecipazione al nostro spezzone, per manifestare solidarietà e appoggio alla legittima lotta di liberazione del popolo palestinese e richiamare Israele al rispetto del principio di autodeterminazione dei palestinesi.

Insieme alla comunità e alle istituzioni dello stato palestinese porteremo, come ogni anno, lo striscione con la frase di Nelson Mandela, “La nostra libertà è incompleta senza la libertà della Palestina”, le bandiere palestinesi e i cartelli coi nomi dei villaggi distrutti da Israele dal ’48. Vi aspettiamo alle 14 davanti ai giardini pubblici in Corso Venezia, MM Palestro, per sfilare per la libertà e la giustizia, come ci hanno insegnato i nostri Partigiani.

[Coordinamento BDS Lombardia, Milano, 19 aprile 2017]

 

ADESIONI

Associazione Amici della Mezzaluna Rossa Palestinese

Associazione Amicizia Sardegna Palestina

Associazione Biellesi per la Palestina libera

associazione Comitato Pace, Solidale e Antirazzista, VII Municipio di Roma

Associazione Costituzione Beni Comuni

Associazione Le radici e le ali – Milano

Associazione Oltre il Mare

Associazione dei palestinesi in Italia – API

Assopacepalestina Milano

BDS Italia

BDS Toscana

BDS Roma

Comitato BDS Campania

Comitato Pace, Solidale e Antirazzista del VII Municipio Roma

Comunità palestinese della Lombardia

Comunità Palestinese di Roma e del Lazio

Comunità palestinese della Sardegna

Comitato varesino per la Palestina

Gruppo Ibriq per la cultura e la causa palestinese di Trieste

Invicta Palestina

Partito della Rifondazione Comunista – Circolo Antonio Casaletti di Paderno Dugnano (MI)

Restiamo Umani con Vik – Venezia

Rete Radiè Resch – Ass. di solidarietà internazionale – gruppo di Milano

Rete Romana di solidarietà col popolo palestinese

Rete di solidarietà con la Palestina di Pisa

Salaam ragazzi dell’Olivo – comitato di Milano

Salaam ragazzi dell’Olivo – comitato di Trieste

U.S. Citizens for Peace & Justice – Rome

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 aprile 2017 da in diritti, Pace, Politica con tag , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: