Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Liberi tutti, tutti liberi – “Sconfinati destini” conquista il Teatro sociale

DSCN9995Chiunque abbia esperienza diretta di arte drammatica si sarà accorto che un palcoscenico teatrale non è perfettamente orizzontale: reclina leggermente verso la platea, consentendo a tutti gli spettatori una completa visione della scena.
Eppure, in un senso diverso, un palcoscenico – nella fattispecie, quello del Teatro sociale di Como, la sera di domenica 9 aprile, può creare una condizione di orizzontalità, nel mettere tutti quanti – attori, musicisti, organizzatori e pubblico, per non parlar del regista  – allo stesso livello.

DSCN0023

Sconfinati destini, comunque, non sfida soltanto la fisica. Prodotto di una strabiliante sinergia artistica tra la compagnia del Teatrogruppo popolare e di otto richiedenti  asilo a Como, i Sulutumana e il quartetto Cécile Ensemble, lo spettacolo scritto e diretto da Giuseppe Adduci (tra le iniziative di Connessioni controcorrente di Arci Xanadù,  ecoinformazioni e Teatro gruppo popolare con il sostegno di Fondazione Cariplo) arriva dove la realtà ancora fatica ad arrivare, rendendo i giovani Adama Kone, Bayakoko Tahirou, Bedasso Mohamed, Daoud Fadiga, Fofana Abdoulaye, Mayuka Tofik, Michael Nani e Osman Balte veri protagonisti della propria storia, e non più “destinatari” di un discorso che si sviluppa intorno a loro, verso di loro, più raramente con loro. Anche chi li sostiene attivamente avverte spesso la mancanza di un codice comune: mancanza che porta, inevitabilmente, a scomode incomprensioni. Situazioni di questo tipo si sono presentate anche durante la realizzazione dello spettacolo, ha raccontato Olivia Piro (Kibaré Onlus), salita sul palco per i ringraziamenti e per l’introduzione del progetto a un numeroso pubblico: gli incassi di Sconfinati destini saranno infatti devoluti alla ricostruzione della scuola di Noughin, Burkina Faso.

DSCN9853

Nonostante le occasionali difficoltà, condividere un’esperienza di preparazione teatrale ha portato ad almeno tre importanti risultati: un’esibizione eccezionale e coinvolgente, di grande impatto sul pubblico tanto nei contenuti quanto nella forma toccante, ma leggera e spiritosa. Un percorso di crescita  – un viaggio, che è poi il tema portante di Sconfinati destini – che ha portato le persone coinvolte a conoscersi meglio, gli uni con gli altri e ciascuno con sé. E la possibilità, per gli otto giovani attori non professionisti, di mostrarsi in piena luce e condividere il proprio vissuto da protagonisti, attraverso le parole, la musica e la danza, sperando che questo aiuti sempre più persone a fare lo stesso. [Alida Franchi, ecoinformazioni]

Guarda tutte le foto di Alida Franchi

Informazioni su Alida Franchi

classe 1990, di Como, non sempre "a" Como. Mi interesso di arti e politica internazionale. Scrivo, fotografo e disegno.

4 commenti su “Liberi tutti, tutti liberi – “Sconfinati destini” conquista il Teatro sociale

  1. Alida Franchi
    10 aprile 2017

    L’ha ribloggato su alidafranchi.

    • angelo giglio
      11 aprile 2017

      Sono stato allo spettacolo e le emozioni che ho provato sono state perfettamente come lei le ha descritte nel suo articolo.ottimo lavoro.

  2. ecoinformazioni
    10 aprile 2017

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: