Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

8 aprile/ Como contro le leggi razziali di Minniti

Como è una città di antica e solida sensibilità democratica e antirazzista. Lo ha dimostrato non solo dall’estate del 2016 affrontando il problema dei migranti abbandonati al loro destino  dalle istituzioni ma è sempre stato così. È accaduto anche nella Resistenza lariana e quando le leggi razziali del fascismo espulsero persino dalle scuole ragazze e ragazzi ebrei che trovarono famiglie comasche che si occuparono clandestinamente della loro formazione mentre centinaia di ebrei venivano eroicamente aiutati a passare il confine Svizzero per sfuggire alla feroce repressione nazifascista.

Oggi come allora c’è  una Bella  Como e la rete Como senza frontiere volantinerà Sabato 8 aprile dalle 14.30 alle 16.30 in via Vittorio Emanuele II angolo via Indipendenza a Como per denunciare la barbarie dei provvedimenti liberticidi del governo Gentiloni. Anticipiamo nel seguito il documento che Como senza frontiere distribuirà durante il volantinaggio.

«Mentre il Mediterraneo continua a essere un cimitero nel quale muoiono uomini, donne, bambini e bambini. Mentre la Fortezza Europa continua a respingere con violenza, talora assassina, le persone che si accalcano alle frontiere in fuga da guerra violenza e povertà frutto delle armi che noi vendiamo e dei disastri ambientali che noi creiamo. Mentre anche a Como si muore per espatriare o si è costretti all’umiliazione di dover dormire in strada in una delle città più ricche del pianeta. Mentre forze politiche senza scrupoli e mestatori di odio e razzismo fanno di tutto per alimentare la guerra tra i poveri. Mentre tutto ciò accade, il governo italiano decide di impegnarsi per peggiorare ulteriormente la situazione, opprimere ancora di più i migranti e inaugurare contro di loro vere e proprie leggi razziali che ne limitano persino il diritto ai tre gradi di giustizio, cardine della nostra civiltà giuridica. L’idea di tornare indietro di dieci anni riaprendo le carceri speciali per i migranti e l’insensata ambizione di ricacciare a mare i “nemici” o di accordarsi con enorme sperpero di denaro pubblico perché i dittatori sanguinari dei paesi di transito dei flussi migratori ne impediscano il passaggio a qualsiasi costo non è civiltà, è barbarie.
Non è possibile restare indifferenti di fronte a tanta infamia.
Como senza frontiere, con la stessa forza con la quale denuncia lo sterminio dei migranti nel Mediterraneo e altrove, scende in piazza per dire No al decreto Minniti e alla maggioranza che lo ha approvato umiliando il Parlamento e tutto il paese.
Noi non ci stiamo, non vogliamo essere confusi con gli indifferenti, siamo intenzionati a lottare per restare umani.

Volantineremo Sabato 8 Aprile dalle 14.30 alle 16.30 in via Vittorio Emanuele II angolo via Indipendenza a Como». [Como senza frontiere]

Un commento su “8 aprile/ Como contro le leggi razziali di Minniti

  1. ecoinformazioni
    7 aprile 2017

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 aprile 2017 da in Antifascismo, diritti, immigrazione con tag , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: