Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

#riordinosimanoncosi | Silp-Cgil chiede un riordino razionale per la Polizia di Stato

DSCN9631.JPG

La mattina di venerdì 3 marzo, presso la Questura di Como, si è tenuto il presidio indetto da Silp-Cgil per chiedere un migliore riordino delle carriere interne alla Polizia di Stato. Un provvedimento atteso già dal 1995, rispetto al quale il Parlamento è recentemente intervenuto con uno schema di decreto legislativo che Silp-Cgil ha tuttavia definito “irricevibile”.

Allo stato delle cose, spiega Robes Roncolato (segretario provinciale Silp-Cgil), la Polizia di Stato accusa tempi troppo lenti nella progressione di carriera dell’organico, che possono raggiungere o superare gli 8 anni prima che una o un agente di polizia possa accedere alla qualifica superiore. Unitamente all’insufficienza di corsi di formazione e di concorsi interni per l’avanzamento di carriera, questo comporta un calo dell’organico e un complessivo invecchiamento della categoria, la cui età media si attesta già a 47 anni. Un numero sproporzionato di agenti “anziani” in senso anagrafico, ma non professionale, va peraltro a scapito della sicurezza dei cittadini, oltre a lasciare la Polizia di Stato in posizione svantaggiata rispetto ad altre forze dell’ordine.

La richiesta avanzata dal sindacato, che il 3 marzo ha manifestato in tutta Italia, è perciò quella di procedere a un miglior allocamento delle risorse già stanziate dal Consiglio dei Ministri  – un miliardo di euro  – specificatamente per la riforma dei ruoli e delle qualifiche della polizia. La cifra è importante: si tratta però di farne un uso razionale, per evitare che una situazione già assai critica vada peggiorando. In pratica, questo significa estendere le possibilità di avanzamento professionale a un maggior numero di agenti, diminuendo gli anni di permanenza in qualifica e introducendo una clausola di salvaguardia che impedisca l’azzeramento dell’anzianità acquisita al momento del passaggio a un ruolo superiore.

Leggi l’elenco completo delle richieste per il riordino avanzate da Silp-Cgil.

Il decreto legislativo sul riordino dei ruoli e delle carriere del personale delle Forze armate, che attuerebbe la legge 244/2012 e la cui bozza è stata recentemente emanata in sede parlamentare, tuttavia, sembra intervenire in senso opposto a quanto auspicato da Silp-Cgil, poiché, secondo quanto affermato da Daniele Tissone, segretario generale Silp-Cgil, “non valorizza come si dovrebbe il merito e la professionalità, soprattutto nella fase transitoria e non risolve problemi storici di disallineamento tra polizia e altre forze dell’ordine, di mancati concorsi interni e di mancate progressioni di carriera”.
Nei prossimi tre mesi, il sindacato intende perciò proporre un riordino più consono alle esigenze degli e delle agenti, per sensibilizzare l’amministrazione e il governo circa le reali esigenze della Polizia di Stato, anche in previsione di un’iniziativa sindacale inerente al rinnovo contrattuale delle e degli agenti . [Alida Franchi, ecoinformazioni]

Informazioni su Alida Franchi

classe 1990, di Como, non sempre "a" Como. Mi interesso di arti e politica internazionale. Scrivo, fotografo e disegno.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 marzo 2017 da in Lavoro, sindacati.

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: