Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Como dal basso invita l’amministrazione alla saggezza

comodalbasso-coloreCon un comunicato stampa Como dal basso ritorna sul tema del blocco al libero passaggio di tutti coloro che non hanno opportunità di muoversi autonomamente nelle zone pedonalizzate della Ztl di Como. Leggi nel seguito il testo integrale del comunicato.

«Facendo seguito al comunicato di Ledha Como, di cui siamo soci, sugli accessi alle nuove aree pedonali istituite dall’Amministrazione Comunale di Como che vieta l’accesso anche ai mezzi dei disabili, esprimiamo la nostra posizione divergente.

Non siamo contrari alle creazione di aree pedonali, anzi ne riconosciamo l’importanza perché la bellezza è patrimonio di tutti e tutti devono avere la possibilità di goderne.

Ci dicono che in casi eccezionali si potrà richiedere un permesso speciale per queste nuove zone (temporanee?), ma per l’accesso in Ztl per le persone in possesso del contrassegno disabiliti è già previsto un permesso speciale rilasciato a richiesta dal Comune:  vogliamo aggiungere un permesso al permesso? La vera soluzione sta nel controllare il corretto utilizzo di quest’ultimo e nella puntuale comminazione delle sanzioni previste, che secondo noi sono fin troppo lievi (in alcuni Paesi si modulano addirittura le multe in base al reddito).

L’amministrazione non può credere di risolvere i problemi della propria incapacità di controllo limitando il diritto alla libertà di circolazione di chi ha maggiori difficoltà.

Ci strappa un amaro sorriso l’affermazione che questa misura venga a vantaggio della nostra incolumità e libertà di movimento: la nostra incolumità nella Ztl è assicurata dal limitato numero di accessi, dai limiti di velocità che devono rispettare i mezzi, dai controlli della polizia urbana, e soprattutto dal senso civico di chi ne fa uso.

Ritorniamo ad invitare l’amministrazione alla saggezza che altre volte ha saputo esprimere». [ComodalBasso]

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 marzo 2017 da in diritti.

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: