Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Aria tossica/ Contro l’inquinamento solo provvedimenti virtuali

polveriIl Comune di Como comunica che da sabato 4 febbraio entreranno in vigore le misure di secondo livello contro l’inquinamento. Essendo trascorsi sette giorni dal primo superamento del livello massimo rilevato dall’Arpa, 70 microgrammi al metro cubo di Pm10 [giova ricordare che il limite stabilito dalle leggi è già superato a 50 microgrammi metro cubo], non sono prescritte  le sole misure del primo livello, che consistevano prevalentemente nella restrizione degli orari di circolazione per i veicoli a motore, nell’abbassamento di un grado della temperatura massima di riscaldamento e nella chiusura delle porte degli esercizi commerciali.

Il secondo livello, però non prevede grossi cambiamenti ma un inasprimento di quanto già previsto per il livello 1 con norme sostanzialmente inapplicate e inapplicabili. Si attua così una sorta di presa in giro collettiva mentre i nostri polmoni e in particolare quelli dei bambini e degli anziani vengono colpiti inesorabilmente. Tutti contenti: le auto sono salve e libere.

In sostanza quindi nessun provvedimento incisivo agirà sulla grave emergenza per la salute dei cittadini che è bene ricordarlo inizia già prima dei superamenti delle soglie che sono solo limiti indicativi non sanitariamente rilevanti. Da domani a Como non ci saranno né significative restrizioni al traffico, né interventi per incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici rendendoli concorrenziali con il trasporto privato, né altro che possa avere effetti misurabili. Non ci saranno né riduzione delle attività (neppure degli uffici pubblici) che porterebbe a una conseguente riduzione dell’inquinamento connesso al riscaldamento, né un’adeguato piano di repressione delle infrazioni [quasi totali] ai blandissimi provvedimenti del protocollo regionale. Insomma nulla di concreto e neppure nulla che serva a incrementare la sensibilità della cittadinanza al tema che certo non può essere risolto con singole azioni estremporanee, spesso poco o nulla efficaci, ma certamente non si risolve aspettando inattivi che il necessario cambiamento globale accada e renda respirabile l’aria. Fortunatamente però piove e forse pioverà. Grazie Giove.

Leggi il dispositivo degli interventi dal Notiziario comunale.

 

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 febbraio 2017 da in Salute con tag , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: