Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Memoria e futuro/ Resistenza dalle lotte operaie del ’44 a Trump

figiniPer la Giornata della memoria il 26 gennaio a Palazzo Cernezzi a Como si è tenuto l’incontro Como non dimentica organizzato dalla Cgil funzione pubblica e dal Comune di Como. Particolarmente intense le testimonianze Ines Figini, ex deportata a Birkenau, che presenta il suo libro e di Renzo Pigni, già senatore e primo cittadino della città. All’iniziativa hanno partecipato studenti, cittadine, cittadini che hanno letteralmente gremito la Sala consigliare prima e poi la Sala Stemmi, sono intervenuti anche il sindaco di Como Mario Lucini, il segretario della Funzione pubblica della Cgil Matteo Mandressi e Vincenzo Guarracino. Presenti in sala l’assessore alla legalità Marcello Iantorno e un significativo numero di consiglieri e consigliere comunali.

realotri-memoriaL’incontro si è aperto con la presentazione di Matteo Mandressi, che collegandosi al tema della centralità del diritto al lavoro e alla sua negazione attuale ha invitato i presenti a cogliere il monito che deriva dal ricordo dei fatti avvenuti in epoca fascista, in modo da prevenirne il pericolo che accadano ancora. Il sindaco di Como Mario Lucini ha espresso una considerazione sull’annientamento morale oltre che fisico dei deportati nei campi di concentramento, insistendo sull’importanza di ricordare, affermando di credere che «un germe di questa bestialità si annida comunque in ciascuno di noi», per concludere con un invito ai presenti a farsi ad attivarsi per impedire che i fatti ricordati non riavvengano.

sla-consiglio-memoriajpg
Vincenzo Guarracino, ha presentato Tanto tu torni sempre Ines Figini la vita oltre il Lager il libro intervista a Ines Figini, scritto da due giornalisti Giovanna Caldara e Giovanni Colombo [ed. Melampo, 2012, 150pagg., 15 euro], ribadendo l’importanza di vivere nel presente imparando dal passato, ma senza rimanere bloccati nel ricordo. Guarracino cita a esempio la situazione determinata dal razzismo violento di Trump e dal suo progetto di muro per dividere gli Stati Uniti dal Messico, cita le le lotte operaie e invita a prendere prendendo ad esempio Ines Figini come la forza del bene coraggioso e ordinario.

lucini-figinijpgInes Figini ha raccontato la sua deportazione dal momento in cui la polizia è arrivata a prenderla a notte fonda, fino al campo di Birkenau. Ha parlato dei suoi pensieri e delle sue giornate, della marcia della morte che è riuscita ad affrontare e della gioia della liberazione nel vedere i soldati russi e ritornare in Italia. Parole intense, mai retoriche, naturale al fine del suo suo intervento il lungo applauso di tutti i presenti.

pignifiginiRenzo Pigni, definito da Lucini “sindaco emerito” della città ha affermato l’importanza di fare dell’esperienza di Figini un ammonimento e ha ribadito con forza la sua convinzione di dover rendere le lettere dei condannati a morte un libro obbligatorio nelle scuole.

L’iniziativa è proseguita nella Sala stemmi per la proiezione di un documentario sul campo di sterminio di Buchenwald presentato da Gabriele Fontana, ricercatore storico dell’Istituto Perretta di Como.

salastemmimemoraaltoPoi la musica con il concerto applauditissimo dell’orchestra Musica spiccia, diretta da Giulia Cavicchioni, che ha sostenuto le stesse idee con la forza dei suoni e l’impegno dei giovanissimi  e giovanissime musicisti/ e.

musica-spiccia-memoriaIn conclusione l’omaggio alla Resistenza con un’esecuzione partecipata anche dal pubblico di Bella ciao.

tortaPoi il Rinfresco a cura degli allievi della scuola Cfp di Monte Olimpino con una buonissima torta della Cgil.

rinfresco-sfpjpg

mostra-moemoriaNel cortile di Palazzo Cernezzi e stata allestita la mostra Scioperi sindacali del 1944 a Como a cura dell’Istituto Perretta.  [Miriam Cimmino per ecoinformazioni]

Già on line sul canale di ecoinformazioni tutti video di Miriam Cimmino dell’iniziativa.

Guarda la galleria delle foto di Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni.

Un commento su “Memoria e futuro/ Resistenza dalle lotte operaie del ’44 a Trump

  1. ecoinformazioni
    29 gennaio 2017

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 gennaio 2017 da in Antifascismo, Antirazzismo, memoria, Politica con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: