Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Diritti negati/ Ipoaccoglienza comasca aspettando il morto

manoapertaSi può rischiare di morire di ipotermia a Como nel 2016? Questa notte un giovane eritreo, che non è stato accolto nel campo governativo, è stato ricoverato d’urgenza in ospedale per ipotermia.  Questa è una condizione fisiologica che si verifica quando nell’organismo la perdita di calore è superiore alla produzione dello stesso e la temperatura corporea scende al di sotto dei 35°. La causa generalmente è accidentale. Infatti spesso  è conseguenza della permanenza in ambienti freddi a causa di incidenti o traumi. Ma possiamo definire la situazione che si è venuta a creare a Como “accidentale”’ ? Penso proprio di no.

Da settimane rimangono costantemente fuori dal campo governativo decine di persone che, solo grazie all’intervento di volontari, riescono a passare la notte al caldo. Ma il ragazzo di ieri sera non è stato intercettato e solo per caso è stato trovato ancora in vita. Nell’ipotermia infatti si perdono i sensi e , apparentemente, la persona sembra dormire.  E’ forse un “accidente” la decisione del Prefetto di dare il mandato preciso agli operatori della Croce Rossa di non accogliere nessuno, anche se in presenza di posti liberi, se non adolescenti e donne con bambini? E, anche nell’ipotesi che il campo fosse stato pieno, si può considerare “accidente” l’indifferenza che rende possibile questa situazione, nonostante in più occasioni sia stata denunciata la condizione dei migranti non accolti? Tutto succede di notte, quando  nessuno vede e di notte, lontano dagli sguardi, tutto diventa lecito. La maggior parte delle persone probabilmente pensa che con l’apertura del campo il problema sia stato risolto. La stazione ha nuovamente il suo “look” per i turisti e per gli abitanti e nelle strade non si vedono senza fissa dimora, perché prontamente allontanati dalla polizia dai luoghi dove cercano di ripararsi dal freddo. I migranti sono diventati invisibili, ma la vicenda del ragazzo trovato stanotte ci interroga tutti. Quanti casi analoghi avrebbero potuto verificarsi o si verificheranno senza l’intervento dei volontari e la disponibilità di un sacerdote di periferia? Cosa sta diventando Como? La vogliamo davvero così, come una bella cartolina patinata da agenzia turistica? Le persone rischiano di morire qui, non nel Mediterraneo e se questo deve essere il deterrente da utilizzare per non far arrivare nuovi migranti, credo che, prima ancora della legalità e della giustizia, dobbiamo chiederci dove è finita l’umanità,  la capacità di “pietas”, di partecipazione umana alla vita degli altri, con il desiderio di riscoperta piena della dignità di ognuno.   [Manuela Serrentino, medico di Como senza frontiere]

Pietà per la nazione che non conosce
nessun’altra lingua se non la propria
nessun’ altra cultura se non la propria
Pieta’ per la nazione il cui fiato e’ danaro
e che dorme il sonno di quelli
con la pancia troppo piena
Pietà per la nazione – oh, pieta’ per gli uomini
che permettono che i propri diritti vengano erosi
e le proprie libertà spazzate via
Patria mia, lacrime di te
dolce terra di libertà!

[P.P. Pasolini]

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 novembre 2016 da in diritti, immigrazione, Politica con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.071 follower

Contatti ricevuti

  • 736,798 hits

ecofacebook

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: