Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Como nel Forum salute Italia/ Una politica di sinistra per il diritto alla salute

salute-dirittoI tagli alla sanità operati negli ultimi anni, le restrizioni al turn-over del personale, l’accorpamento delle Asl, con la creazione di Dipartimenti “mostruosi” con oltre 1 milione di abitanti e lo snaturamento dei principi fondanti della salute di comunità (ossia la vicinanza tra punti di accesso e livelli di governo, il radicamento territoriale, il legame con le comunità locali), stanno determinando effetti devastanti sulla qualità dei servizi e sulla motivazione degli operatori della sanità.

Le liste d’attesa si allungano e i ticket sono pesanti, anche per la classe media di popolazione. Le regioni sono chiamate a fare il lavoro sporco: riducono e spremono il personale, tagliano e privatizzano i servizi, accorpano ed esternalizzano. I servizi sanitari regionali non garantiscono più equità di accesso e uniformità dei livelli di assistenza sul territorio nazionale. A quindici anni dalla modifica del titolo V con l’introduzione del federalismo si registra in sanità la frammentazione del Paese, la declinazione del diritto costituzionale alla salute in tanti modi diversi a seconda della residenza e del reddito.

Per la prima volta, si inverte un ciclo storico lungo che ampliava le aspettative di vita. Diminuisce l’aspettativa di anni di vita in buona salute ed aumenta il numero di anziani con qualche invalidità e delle persone che hanno qualche malattia cronica.

Se il Servizio sanitario universalista è oggi messo in discussione, è necessario ricostruirlo e ridefinirlo, affrontando i problemi della programmazione sanitaria non dal lato dell’offerta ma da quello della domanda: i bisogni di salute della popolazione devono guidare la definizione dell’offerta sanitaria e non il contrario.

Per perseguire queste linee è necessaria un’altra politica economica con nuovi, importanti, investimenti pubblici in diversi campi sociali e ambientali, finanziati anche ricorrendo a nuove forme di reperimento patrimoniale dalle grandi ricchezze e cambiando priorità di spesa.

Sulla base di queste premesse è nato il Forum salute Italia di Sinistra italiana, un organismo aperto e partecipato che si rivolge alla sinistra diffusa, ai rappresentanti dei/delle lavoratori/trici, alle associazione degli utenti, agli operatori della sanità, alle organizzazioni del terzo Settore e più in generale alla società civile e a tutti gli interlocutori che condividono l’urgenza di una battaglia politica nazionale ed europea su un aspetto così rilevante per la vita quotidiana di ciascuno e in particolare per chi è in stato di fragilità per età, condizione sociale o genere.

Per contribuire a costruire un programma nell’incontro del 17 settembre a Firenze sono stati attivati tavoli nazionali su cinque aree tematiche, come luoghi di dibattito per concretizzare proposte: Sostenibilità sociale e promozione alla salute, Finanziamento del servizio sanitario italiano, Partecipazione democratica e rapporti istituzionali, innovazione tecnologica, scientifica e organizzativa, Diritti e salute di genere. [Manuela Serrentino, referente per Como del Forum salute Italia di Sinistra italiana]

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 settembre 2016 da in Salute con tag , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.097 follower

Contatti ricevuti

  • 778,216 hits

ecofacebook

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: