Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

17 settembre/ La bellezza delle differenze a L’isola che c’è

schermata-2016-09-13-alle-16-52-45La bellezza delle differenze, un dialogo a più voci preceduto da una relazione musicale per evidenziare quanto belle siano le differenze e come esse permettano di rendere più felice il mondo. L’icontro si svolgerà a L’issola che c’è, fiera delle relazioni e delle conomie solidali al Parco comunale di Villa Guardia, nello Spazio dibattitti, palco concerti sabato 17 settembre dalle 15 alle 17.

Intervengono Rossella e Vittorio Liberti (voce e piano), Edda Pando (Milano senza frontiere), Loredana Monti (Manager e scrittrice), Amleto Luraghi (Spi)Gian Franco Garganigo (Auser e Avc), Camillo Biondi (Abitare insieme). Coordina: Roberto Pozzetti (Ordine Psicologi Lombardia e Associazione InOut).

 

La differenza è il bello della nostra vita

Tutti ormai condividono l’idea che la biodiversità sia una cosa buona. La ricchezza di specie diverse assicura resistenza, vitalità, evoluzione al sistema vita.  Ma il vero motore della biodiversità, il meccanismo che moltiplica le varianti e con esse le soluzioni innovative è all’interno di ciascuna specie, compresa naturalmente la nostra. E la diversità tra noi umani non è soltanto una questione biofisica. È la condizione per lo scambio di culture, oggetti e sentimenti, è il cuore dell’innovazione. La diversità è il bello della nostra vita,  la nostra unica possibilità di progresso.

Un popolo chiuso è un popolo morto

Contro ogni buon senso, la diversità è oggi la spina più acuminata nella relazione tra la gente comune, le istituzioni, gli Stati. Il terrore della diversità – sessuale, etnica, religiosa, di censo e di fortuna, perfino di forma e di colore, a quasi un secolo dall’orrore nazista – è il veleno che genera guerra tra noi e guerra tra i popoli, alimentando alienazione, invocando chiusura. Ma una famiglia chiusa è una famiglia morta, un popolo chiuso è un popolo morto,  un Paese chiuso è un Paese morto.

Ricchezza della diversità o diversità della ricchezza

L’uniformazione (dei corpi, delle idee, degli oggetti) uccide la specie. Eppure i predicatori della chiusura sono numerosi, in tutto il mondo, e anche da noi. L’idea infantile (e molto triste) è che se stiamo tra noi, chiusi in casa, stiamo bene. Pazienza, bisognerà gradualmente rinunciare all’arte, alla musica e alla letteratura e infine al sorriso. C’è però una contraddizione importante in quell’idea. I diritti e i soldi sono fuori dallo schema di uniformazione. La ricchezza della diversità si è trasformata nel suo contrario: la diversità della ricchezza. [Dall’invito all’iniziativa in distribuzione alla fiera]

Un commento su “17 settembre/ La bellezza delle differenze a L’isola che c’è

  1. ecoinformazioni
    16 settembre 2016

    L’ha ribloggato su zero km news.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 settembre 2016 da in Politica con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: