Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Emergenza umanitaria/ La Caritas sostituisce Firdaus

donnacomosangiovannifontanaImportanti novità, come annunciato, Firdaus, che ha garantito,  senza alcun onere per il Comune di Como, per circa un mese,  con incredibile efficienza, grande generosità, disponibilità umana e encomiabili capacità organizzative l’indispensabile pranzo (10 mila pasti serviti, veri e propri pranzi preparati con amore con attenzione verso i gusti alimentari dei migranti, ma serviti nel parco in una condizione non certo ottimale) ai migranti che hanno trovato rifugio alla stazione, non fornirà più cibo nel parco di san Giovanni. Firdaus sarà sostituita dalla Caritas che alla ex Stecav ha già il 23 agosto distribuito 390 pasti.

Leggi nel seguito la nota del Comune di Como con il ringraziamento a Firdaus dell’assessore alle Politiche sociali Bruno Magatti e l’annuncio dell’allestimento dal 25 agosto di docce sempre nell’area ex Stecav.

Leggi, dopo la nota del Comune, i ringraziamenti di Firdaus ai volontari che hanno reso possibile tale miracolo ed il video dell’ultimo pasto servito a Como. 

«390 pasti sono stati distribuiti oggi all’ex Stecav dalla Caritas di Como che è subentrata all’associazione ticinese Firdausnella gestione del pranzo del mezzogiorno. Il passaggio di consegne, come detto, è avvenuto oggi ma era stato deciso la scorsa settimana a seguito di precedenti comunicazioni che l’ente svizzero aveva trasmesso. “Hanno svolto un lavoro importante – commenta l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Como, Bruno Magatti – Con beni e volontari si sono messi a disposizione fin dal primo giorno dell’emergenza prestando aiuto e supporto preziosi. A loro e a tutti i volontari va certamente la gratitudine di tutti coloro che hanno potuto beneficiare del loro servizio gratuito”. Da oggi, e fino all’apertura del centro di accoglienza temporaneo che sarà allestito in via Regina, il pranzo sarà distribuito nell’area ex Stecav, di fianco al Comando della Polizia Locale, in viale Innocenzo XI. Nessun pasto, pertanto, sarà più distribuito nel parco della stazione di Como San Giovanni. Ai migranti, ogni giorno, sarà consegnato un sacchetto con alimenti preparati e confezionati, acqua, frutta e pane. La sera sarà sempre in funzione la mensa alla parrocchia di Sant’Eusebio. Per quanto riguarda, infine, le docce, da giovedì pomeriggio, sempre all’ex Stecav, sarà collocato un modulo di proprietà della Protezione Civile dotato di 4 docce e 2 servizi igienici. Il prefabbricato sostituirà così il servizio che sarà garantito fino al 1 settembrenello spazio messo a disposizione dal Collegio Gallio. La gestione delle docce sarà sempre seguita dai volontari di Caritas.

Accoglienza 

A seguito degli accordi presi con la Prefettura, il Comune di Como garantisce, attraverso l’assessore alle Politiche Sociali Bruno Magatti, il coordinamento generale delle azioni e degli specifici servizi che vengono assicurati dai diversi enti, organismi ed associazioni interessati. In particolare, la Croce Rossa Italiana funge da unico punto di riferimento per gli aspetti igienico-sanitari, gestendo, insieme ad Ats, Asst (ospedale Sant’Anna) e ai volontari dell’ordine dei Medici e degli Infermieri, il coordinamento delle relative azioni ed assicurando la presenza di un presidio sanitario, nonché l’installazione di moduli di servizi igienici in prossimità della stazione; la Caritas Diocesana coordina le attività relative alla preparazione e alla fruizione dei pasti, attraverso le mense già presenti sul territorio e la Rete dei servizi per la grave marginalità; la Caritas Diocesana coordina, altresì, la regolare fruizione delle docce presenti negli spazi messi a disposizione dal Collegio Gallio, nonché la distribuzione del vestiario, della biancheria e di altri generi di prima necessità raccolti dalla Croce Rossa Italiana. Cibo e acqua sono raccolti in via Italia Libera 11 a Como, nella sede della Croce Rossa. Le donazioni per sostenere tutti i servizi legati all’accoglienza dei migranti in questa fase, sono invece raccolte da Caritas attraverso il conto corrente bancario presso Credito Valtellinese – IBAN: IT 95 F 05216 10900 0000 0000 5000 intestato a Caritas Diocesana di Como – viale Battisti 8 – 22100 Como (nella causale indicare “emergenza stazione”)». [dal Notiziario del Comune di Como]

 

Firdaus ultimo pasto a Como

«Attenzione volontari Como
Oggi [22 agosto ndr] abbiamo distribuito l’ultimo pasto, infatti il signor Bernasconi, responsabile della Caritas di Como ha annunciato al Comune che da domani si incaricano della distribuzione del pranzo di mezzogiorno che consisterà in un sacchettino con pane, acqua un frutto e un companatico (tonno, carne in scatola, …). Siamo dispiaciuti nel dover interrompere questa azione di solidarietà ma rispettiamo la decisione presa. Tutti i volontari che volessero continuare nella solidarietà con i profughi a Como possono mettersi a disposizione della mensa di Sant’Eusebio che fornisce il pasto serale. Vi ringraziamo tantissimo per il favoloso lavoro svolto, quando abbiamo iniziato non avremmo mai immaginato che saremmo arrivati a servire 10.000 pasti. Siete stati grandiosi. Auguri a Ivano che ha festeggiato il compleanno al parco servendo il prossimo. razie a tutti siete stati magnifici». [Firdaus]

 

 

[Foto Claudio Fontana per ecoinformazioni]

Un commento su “Emergenza umanitaria/ La Caritas sostituisce Firdaus

  1. ecoinformazioni
    23 agosto 2016

    L’ha ribloggato su comosenzafrontiere.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 agosto 2016 da in immigrazione, Politica con tag , .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 3.074 follower

Contatti ricevuti

  • 749,243 hits

ecofacebook

Ecoattivi

Sostengono ecoinformazioni

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: