ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Consiglio comunale di Como: sull’Imu aperta la discussione

Le opposizioni fanno ostruzionismo con emendamenti e sub emendamenti, oltre ad alcune sospensioni, e Palazzo Cernezzi non riesce ad approvare celermente la nuova manovra sull’Imu

Nelle preliminari al Consiglio comunale di martedì 3 luglio Ada Mantovani, Adesso Como, ha proposto ai colleghi consiglieri, dopo il mancato accoglimento di emendamenti e ordini del giorno sulle linee programmatiche del sindaco, di riflettere su come lo Statuto sia ambiguo sul punto; i suo capogruppo Alessandro Rapinese ha voluto specificare su cosa vertevano emendamenti e ordini del giorno una modifica nel programma del sindaco con cui rendere esplicito che i luoghi di culto per i musulmani sono le moschee. Andrea Luppi, Pd, ha invece annunciato la presentazione di una mozione sul gioco d’azzardo «per identificarne il reale pericolo sociale». La preoccupazione nasce dal fatto che, come si legge nella mozione, nel Comasco «nel 2011 si sono giocati in media 1.504 euro a persona, ossia una cifra sostanzialmente equivalente a uno stipendio mensile, con un aumento preoccupante rispetto al dato medio 2010 (che risultava inferiore di 300 euro)». Gli obiettivi sono di fare una ricerca «sui dati relativi alla incidenza delle ludopatie» oltre alla «costituzione di partenariati con le scuole al dine di istituire u percorso di prevenzioni per sensibilizzare i giovani», fino alla «promozione degli esercizi che scelgono di non installare macchine da fioco attraverso un contrassegno di qualità sociale certificata dal Comune».

La capogruppo del Pdl Laura Bordoli si è lamentata per l’eliminazione dei posteggi in piazza De Gasperi, ma non in piazza Croggi, «nella prima si potranno mettere i tavolini, mentre nella seconda no, si tratta di un trattamento diverso». Luigi Nessi, Paco-Sel, ha invece ricordato nuovamente la disastrosa situazione del carcere del Bassone, «sempre più impegnativa per la mancanza d’acqua», chiedendo un intervento per «migliorare la vita dei detenuti e di chi vi lavora», mentre Mario Molteni, Per Como, ha letto la risposta alla interrogazione sulle piante cadute nei giardini delle scuole a Sagnino, «non si ravvisano situazioni tali da attuare le onerose opere di smantellamento del manto sintetico» che copre l’area per fare una verifica effettiva dello stato delle radici delle piante ancora in piedi. Il consigliere ha anche consegnato la petizione, con 90 firme, per l’apertura di un nuovo ingresso alla Scuola “Massina” di Monte Olimpino per cui ha chiesto anche un incontro con il sindaco.

Sull’aumento del costo dei posteggi in zona S. Agostino è intervenuto Enrico Cenetiempo, Pdl, «leggo sui giornali che l’assessore Gerosa avrebbe preso questo provvedimento per incentivare l’uso dell’autosilo Valduce. Si incentiva un privato a scapito di tutti i cittadini?!?». L’ex assessore ha poi invitato a trovare un altro posto per Molteni, seduto fra le opposizioni, dopo il suo voto a favore del programma del sindaco e il suo ingresso in maggioranza.

«La recinzione del cantiere delle paratie è un elemento di grande sofferenza per la città – ha dichiarato nella propria preliminare il sindaco Mario Lucini –, ma è impossibile intervenire, perché è di competenza dell’impresa appaltatrice» e con la Sacaim il primo cittadino ha annunciato di avere un incontro in settimana in cui riporterà il suggerimento di Marco Butti, Pdl, di aprire gli oblò e magari farne uno in più. Sul carcere invece il sindaco ha parlato di problema strutturale d’impiantistica interna dell’immobile, ma per cui si sta lavorando a diverse forme di approvvigionamento. Una risposta quindi al consigliere Nessi che ha fatto inalberare il consigliere, ex assessore, Francesco Scopelliti: «A norma di Regolamento non si può rispondere alle preliminari, ci sono centomila altri modi per far sapere la propria posizione!». «Il sindaco può fare delle preliminari, ma non usare quello spazio per dare delle risposte» ha rincarato la dose Cenetiempo.

Imu

Mentre pochi militanti della Lega all’esterno di Palazzo Cernezzi stavano volantinando contro l’Amministrazione modificando lo slogan della campagna elettorale del sindaco in Como cambia tasse, contro l’aumento dell’Irpef e l’Imu, l’assessore Giulia Pusterla ha introdotto la delibera sull’introduzione del’Imu.

Per la nuova imposta due sono le tipologie di immobili, prima e seconda casa, per la prima si tratta di pagare lo 0,4 per cento, per le seconde il Comune di Como vuole aumentare dello 0,2 per cento l’aliquota da 0,76 allo 0,96 per cento per l’abitazione non principale. Allo 0,4 per cento rimarranno ferme anche le cooperative a proprietà indivisa e le case dell’Aler, oltre che gli anziani e le e i disabili ricoverati, per le imprese invece si porterà allo 0,6 per cento.

Dopo i consueti chiarimenti iniziata la discussione Rapinese ha chiesto di alzare la tassa sulla prima casa per maggiore equità, lamentandosi delle rivalutazioni catastali che colpiscono chi ha ristrutturato da poco.

Il capogruppo della Lega Albero Mascetti ha invece chiesto di introdurre una differenziazione per diverse categorie anche sulla prima casa, mentre Centiempo ha chiesto di posticipare la discussione per vedere gli storni da parte del Governo centrale per poter decidere più precisamente le aliquote.

Il Regolamento sull’Imu dovrà essere approvato entro il 30 settembre ha dichiarato Pusterl che però ha ricordato che non ci sono ristorni e l’imu si paga direttamente al Comune, comunque: «Per ora abbiamo raccolto quasi 14 milioni e ce ne aspettiamo 18».

Ceruti ha chiesto di pensare anche a chi ha un mutuo che grava sulla prima casa: «Se uno deve pagare più dell’80 per cento alla banca si può dire che la casa è della banca».

Bordoli invece ha chiesto di fare qualcosa per chi «dopo aver risparmiato una vita» ha dato la casa in uso gratuito ai figli e per questo ha presentato un emendamento, una proposta anche sub emendata dal Pdl.

Per Lucini però: «Non ci sono le condizioni per accettare emendamenti per come è stato costruito il Bilancio, eventualmente si potrà intervenire sul riequilibrio di Bilancio».

Infatti ai voti emendamento e subemendamento sono stati bocciati dalla maggioranza.

Lo stesso per il secondo emendamento delle minoranze, anch’esso sub emendato, per diminuire l’importo dell’Imu per le onlus operanti in città, su cui per la maggioranza è intervenuto Marco Servettini, Amo la mia città, che ha annunciato un ordine del giorno di maggioranza per impegnare il sindaco in tal senso entro settembre.

Una proposta che ha fatto sorridere le opposizioni, irritate per la chiusura su una proposta che avrebbe cambiato gli importi di soli 40mila euro, «gli ordini del giorno rischiano di essere dei documenti di intenti», ma il sindaco si è speso in prima persona prendendo la parola per affermare che «entro il 30 settembre con l’approvazione del Regolamento Imu recepiremo la modifica», e ha aggiunto «non possiamo permetterci di perdere altri 15 giorni per il bilancio se non riusciremo più a fare niente per questa città».

Data l’ora la discussione è stata quindi aggiornata alla seduta seguente. [Michele Donegana - ecoinformazioni]

About these ads

Un commento su “Consiglio comunale di Como: sull’Imu aperta la discussione

  1. Anna Padalino
    6 luglio 2012

    vorrei che si proseguisse celermente,senza perdere tempo in discussioni afinalistiche orientate solo a non decidere. Se i cittadini vi hanno eletti e’ perchè dovete dare risposte alle loro necessità.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 luglio 2012 da in como, Consiglio comunale, Politica con tag .

ecoinformazioni

Via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Antonia Barone, Fabio Cani, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Tommaso Marelli.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 2.343 follower

Benzoni gioielli Benzonibijoux

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.343 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: