ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

Intesa fra Hupac, Cemat e Fs per nuovi terminal

In vista dell’AlpTransit è stato siglato a Lugano l’11 maggio scorso un Memorandum of Understanding. Cattaneo per il quadruplicamento della Milano-Chiasso

Fs si è impegnata a creare nuovi terminal intermodali in Lombardia, una regione in cui transitano su rotaia solo 24 dei 400 milioni di tonnellate movimentate.

«Pur mancando di interporti, la Lombardia è la regione italiana, in cui il traffico intermodale è più sviluppato, grazie alla sua fitta rete di terminal, su cui negli ultimi anni si è investito molto, arrivando a incrementarne del 50 per cento la capacità operativa – spiegano dalla Regione –. L’impianto Hupac di Busto/Gallarate (Va) è passato da circa 3 milioni di tonnellate all’anno a 6; il terminal intermodale di Segrate (Mi) è arrivato a oltre 2 milioni di tonnellate/anno e la realizzazione dei due nuovi impianti di Mortara (Pv) e Sacconago di Busto Arsizio (Va) ha permesso di sopportare una capacità operativa di altri 3 milioni di tonnellate».

Il comparto della logistica lombardo vanta cifre di tutto rispetto, contando 18mila aziende che producono oltre 10 miliardi di euro con più di 90mila occupati, per questo la: «Lombardia ha indetto uno specifico Tavolo regionale per la mobilità delle merci promosso insieme a istituzioni, sistema camerale e parti sociali con tutti i principali attori della catena logistica. Il Tavolo ha tra gli obiettivi la definizione di un programma di azioni e interventi per la mobilità delle merci proprio a partire dallo sviluppo di una rete infrastrutturale dedicata».

Un proposito che deve essere attuato in vista dell’apertura dell’AlpTransit, prima la sola galleria di base del S. Gottardo nel 2016, e poi anche quella del Ceneri nel 2019: «È senza dubbio strategico operare per garantire l’aumento di traffico merci su ferrovia da Sud prospettato con l’apertura della nuova galleria – ha dichiarato l’assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Raffaele Cattaneo –. Su questa linea, infatti, nel 2019 dovremo essere in grado di assorbire circa 1.200.000 spedizioni annue di traffico combinato, in aggiunta alle 900.000 dell’anno pre-crisi 2008».

In quest’ottica: «Sono fondamentali lo sviluppo del progetto definitivo della Gronda Est (Seregno-Bergamo) e il quadruplicamento della Milano-Chiasso, per la quale ho chiesto al Cipe un impegno del Governo italiano per il finanziamento e la realizzazione dell’opera – ha concluso Cattaneo –. Condividiamo la scelta di privilegiare questa tratta come asse di penetrazione principale all’itinerario del Gottardo». [md - ecoinformazioni]

About these ads

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 maggio 2012 da in Ambiente, como, trasporti con tag , .

ecoinformazioni

Via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Antonia Barone, Fabio Cani, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Tommaso Marelli.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 2.497 follower

ecotwitter

Benzoni gioielli Benzonibijoux

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 2.497 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: